GOLEM
11 – 14 mag 2016

  • Golem Compagnia 1927 Suzanne Andrade
GOLEM
11 – 14 mag 2016
2018-02-26T16:25:32+00:00

La compagnia 1927 mette in scena una favola surreale che in modo intelligente e satirico s’interroga sulle nuove tecnologie: qual è il vero pericolo, oggi? Che le macchine diventino sempre più simili a uomini o che gli uomini diventino sempre più simili alle macchine?

Golem, dalla parola ebraica gelem, significa “materia grezza”, senza forma, ma anche “robot”. E infatti il mito medievale del Golem racconta la storia di questo gigante che può essere creato dall’argilla solo da chi è a conoscenza dei segreti della Qabbalah per essere “usato” come un servo forte e ubbidiente. Partendo da questa suggestione, la compagnia 1927 ci propone un un’originale storia che esplora il confine tra umanità e tecnologia: in un mondo futuristico in cui le tecnologie e l’economia sono divenuti i principali mezzi per trascendere i limiti del controllo umano, Golem è diventato l’indispensabile ingrediente di una vita migliore. Ma c’è un problema: la sua esistenza minaccia la vita di chi lo ha creato. La compagnia 1927 – nata nel 2005 dalla volontà della scrittrice, attrice e regista Suzanne Andrade e Paul Barritt, animatore e illustratore, di provare a unire il teatro con l’opera, la musica, il cinema e il mondo dell’animazione – si confronta con una delle domande centrali del nostro tempo: in fatto di tecnologia, chi è realmente il controllato e chi il controllore?

Buy online

una creazione di 1927


scritto e diretto da Suzanne Andrade
drammaturgia Ben Francombe


con Charlotte Dubery, Will Close, Lillian Henley, Rose Robinson, Shamira Turner, Ben Whitehead (voce del Golem), Suzanne Andrade (altra voce)
Will Close (batteria e percussioni)


film, animazioni, design Paul Barritt
costumi Sarah Munro
musiche Lillian Henley
regia e design Esme Appleton
suono Laurence Owen


1927, Salzburg Festival, Théâtre de la Ville Paris & Young Vic


Codice 39

Spettacolo con soprattitoli in italiano

Progetto internazionale