Un’inedita versione del testo teatrale di Čechov che pone l’accento sulle speranze dei protagonisti, coinvolti in un gioco di sguardi e d’intenti, dove niente è giusto e tutto è concesso: Amira Casar (nel cast dell’ultimo film di Luca Guadagnino) e Céline Sallette (Les Revenants) sono le protagoniste del miraggio di tornare a Mosca, il paradiso perduto in grado di garantire loro una vita agiata, un lavoro e, magari, un compagno di vita innamorato, sogni che svaniscono nella mediocrità del presente. Diretto da Simon Stone, enfant terrible della regia internazionale.


Uno spettacolo di Simon Stone / da Anton Čechov
Creazione francese dalla produzione originale del Theater Basel (creata il 10 dicembre 2016 in versione tedesca)
Produzione Odéon -Théâtre de l’Europe
Teatro Stabile di Torino – Teatro Nazionale