Una storia d’amore, che è un’allegoria dello spirito umano, diventata il più travolgente fenomeno del nuovo teatro cinese.

L’amore è stato paragonato a molte cose, ma certamente non a un rinoceronte. E questo è solo uno dei tratti di originalità che hanno reso Rhinoceros in Love, della scrittrice e drammaturga cinese Liao Yimei, un vero fenomeno teatrale, in patria e ora anche all’estero. Attraverso la vicenda di Malu, eccentrico guardiano di un rinoceronte, innamorato ossessivamente di una vicina di casa, la pièce da voce al malessere della gioventù cinese urbanizzata, confusa e alienata. Monomaniaco e cocciuto proprio come un rinoceronte, Malu fa di tutto per conquistare l’irraggiungibile Mingming, tanto che il suo amore impossibile arriva a scatenare in lui una furia simile a quella dell’animale, con cui, del resto, si identifica. La pièce strizza l’occhio a I rinoceronti di Ionesco, capovolgendone l’allegoria: per Liao Yimei il rinoceronte non è metafora della folla conformista ma al contrario rappresenta il diverso, colui che non riesce a inserirsi nel tessuto sociale perché non si arrende alle sue regole ma insegue con tutte le sue forze il suo ideale. Messa in scena per la prima volta nel 1999 da Meng Jinghui, regista che ha reinventato il teatro cinese negli ultimi vent’anni, la pièce ha festeggiato a Pechino le sue prime mille repliche (un record in Cina) nel 2012. Opera fresca e stravagante, Rhinoceros in Love ha dato vita a un contagioso fenomeno culturale, diventando una sorta di “bibbia dell’amore”, che un’intera generazione di giovani cinesi impara letteralmente a memoria.

Limone 17 – 18/10/14
di Liao Yimei
con Dan Luo, Liu Chang, Liu Runxuan, Kou Zhiguo, Mao Xuewen, Zhang Jilan, Zhang Ziqi, Zhong Wenbin, Zhu Jinliang
regia Meng Jinghui
compositore Hua Shan / scene Zhang Wu / costumi Yu Lei / luci Wang Qi
traduzione soprattitoli Barbara Leonesi
National Theatre Company of China in collaborazione con Istituto Confucio dell’Università di Torino
Spettacolo con soprattitoli in italiano // prima italiana
in collaborazione con Torinodanza festival

logo istituto confucio