In Ifigenia, liberata la virgola del titolo assume un’importanza fortissima, dividendo idealmente due mondi: quello della protagonista destinata al sacrificio e quello della sua impossibilità di vivere e amare. Carmelo Rifici presenta la storia della figlia di Agamennone e Clitemnestra come il nocciolo di una storia più grande, più complessa, più  stratificata nei secoli e nella cultura. Con Caterina Carpio, Giovanni Crippa, Tindaro Granata, Mariangela Granelli.


ispirato ai testi di Eraclito, Omero, Eschilo, Sofocle , Euripide
regia Carmelo Rifici
Lugano InScena in coproduzione con LAC Lugano Arte e Cultura,
Piccolo Teatro di Milano – Teatro d’Europa e Azimut