Il malato immaginario
9 – 14 mag 2017

  • Il malato immaginario
Il malato immaginario
9 – 14 mag 2017
2018-02-26T16:25:20+00:00

Ugo Chiti e la sua storica compagnia mettono in scena l’ultimo grande capolavoro di Molière. In questa commedia intrisa di realismo i personaggi si muovono occhieggiando alla Commedia dell’Arte senza tralasciare quella zona d’ombra che svela la natura più sinistra di figure inquietanti: caratteri teatrali in bilico tra farsa e tragedia.

Dire che Il malato immaginario come tutti i  classici parla apertamente all’oggi è quasi una banalità, ma l’ossessione ipocondriaca di Argante, la sua bulimia medicamentosa sembrano paradigmatiche di atteggiamenti apertamente contemporanei, come del  resto la sua vulnerabilità ai raggiri degli esperti e dei dottori, altra caratteristica della nostra società, dove abbondano  millantatori e maghi, e dove i rimedi sono spesso peggiori dei mali. Al rapporto  di dipendenza di Argante, alla sua mancanza di giudizio fanno da contraltare la schiettezza e la umile saggezza della servetta Tonina, autentico deus ex machina dell’ultima commedia di Molière, che muore nel 1637 al termine di una recita. Questa comédie-ballet dove il termine imaginaire nel francese del XVII secolo significa anche pazzo, è un farsa  all’antica, dove confluiscono i trent’anni di pratica di scrittura per il palcoscenico del grande autore: dietro la facciata sbeffeggiante, si cela una malinconica  sfiducia nell’uomo e nella sue potenzialità. Adattamento e regia hanno sfruttato le ancora notevoli potenzialità che un testo contaminato come questo possono offrire, dove convivono insieme pantomime  metafisiche e amare riflessioni sulla natura dell’uomo. I caratteri ridicoli o stravaganti che attingono al farsesco ricercano ripercussioni più reali in grado di evidenziare lo smarrimento esistenziale e avvicinandoli alla riconoscibilità del contemporaneo. Con questo spettacolo Arca Azzurra Teatro celebra trent’anni di attività, molti dei quali segnati da produzioni su testi di Ugo Chiti, così come da appuntamenti con “classici” come Machiavelli, Boccaccio, Benelli, Collodi.


di Molière
adattamento, ideazione spazio,
regia Ugo Chiti
con (in ordine di apparizione)
Massimo Salvianti, Dimitri Frosali, Giuliana Colzi, Elisa Proietti, Lucia Socci, Andrea Costagli, Gabriele Giaffreda,
assistente ai costumi Dagmar Elizabeth Mecca
luci Marco Messeri
musiche Vanni Cassori
arredi di scena Francesco Margarolo
aiuto regia Alice Bachi
Arca Azzurra Teatro
Ministero dei Beni e delle Attività Culturali
Regione Toscana
Comune di San Casciano Val di Pesa


Codice spettacolo 37
durata primo atto 1h e 10 minuti, secondo atto 50 minuti

martedi 9 maggio ore 19.30
marcoledi 10 maggio ore 20.45
giovedi 11 maggio ore 19.30
venerdi 12 maggio ore 20.45
sabato 13 maggio ore 19.30
domenica 14 maggio ore 15.30.30

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie. info

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi