Torino 1968-1978. Quello che l’acqua nasconde
22 mag – 3 giu 2018

Torino 1968-1978. Quello che l’acqua nasconde
22 mag – 3 giu 2018
2018-05-14T13:24:55+00:00

A partire da un racconto di Alessandro Perissinotto, una storia che ripercorre gli eventi accaduti a Torino tra il ’68 e il ’78. Era il maggio della giovinezza, furono gli anni di piombo.

L’incontro tra Alessandro Perissinotto e Ivana Ferri avviene sul terreno della nostra storia recente. Sono passati cinquant’anni dal ̓68 e quaranta dalla legge Basaglia. Si narra un passato ancora molto vicino che si tinge di giallo quando un genetista di fama mondiale, in odore di Premio Nobel, dopo trentacinque anni trascorsi negli Stati Uniti, torna a Torino, quella dei giorni nostri. Un uomo venuto dal passato lo riporta nel buio dei ricordi, in un mondo che non ha ancora finito di svelare i suoi segreti. Basta un nonnulla perché i misteri imprigionati per decenni escano come un soffio di vento: tutto lo riporta a ripercorrere un viaggio nella Torino degli anni ̓70 per farci esplorare le memorie rimosse e riflettere sugli errori. Bugie e omissioni scoprono segreti mai rivelati. C’era un bar, si chiamava “l’Angelo Azzurro” e c’era una villa, si chiamava “Villa Azzurra”.


liberamente tratto dal romanzo di Alessandro Perissinotto
con Lorenzo Bartoli, Valentina Virando, Bruno Maria Ferraro, Lorenzo Paladini
voce di Michele Di Mauro
regìa Ivana Ferri
luci e scene Lucio Diana
musiche Joe Cocker, Janis Joplin, Joan Baez, Bungaro
elaborazione drammaturgica Ivana Ferri
Tangram Teatro


Codice spettacolo 39

ACQUISTA ONLINE

durata spettacolo
1h e 30 min

orario spettacoli
22 mag / mar ore 19.30
23 mag / mer ore 20.45
24 mag / giov ore 19.30
25 mag / ven ore 20.45
26 mag / sab ore 19.30
27 mag / dom ore 15.30
29 mag / mar ore 19.30
30 mag / mer ore 20.45
31 mag / giov ore 19.30
1 giu / ven ore 20.45
2 giu / sab ore 19.30
3 giu / dom ore 15.30

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie. info

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi