La rivoluzionaria e “irrappresentabile” opera di Wedekind si trasforma in un inno di ribellione a suon di rock e musiche dal vivo.

“Mamma, perché non mi hai detto tutto?”. La giovane Wendla, adolescente nella Germania tardo ottocentesca, si lamenta perché non sa ancora da dove arrivino i bambini… Come lei, anche i suoi compagni di classe vivono i turbamenti che li investono con un misto di confusione e paura. L’unico a sembrare preparato sulla faccenda è il ribelle Melchior, che ha imparato tutto dai libri e conforta gli amici, dando consigli su sesso, erotismo e masturbazione. Il naturale e curioso risveglio dei sensi dei ragazzi si scontra, però, con l’ipocrisia e il tetro moralismo di una società adulta che li reprime, fino alla tragedia. Scritto nel 1891 da Frank Wedekind, Risveglio di primavera dovette battersi fin dall’inizio con la censura. Pubertà, sessualità, abuso sui minori, omosessualità, suicidio e aborto erano certo troppo per la puritana Germania del XIX secolo, ma anche nei decenni successivi le cose non andarono meglio. Il capolavoro di Wedekind ha tuttavia conosciuto una seconda “primavera” nella versione musical, scritta da Steven Slater e dal cantante rock Duncan Sheik, che ha debuttato nel 2007 a Broadway, sbancando il tavolo dei Tony Awards. Ora il musical arriva in versione italiana, con la regia di Emanuele Gamba e la direzione musicale di Stefano Brondi: «Con Spring Awakening – scrive il regista – si canta quella meravigliosa combinazione di gioia, paura ed esaltazione che da sempre ragazze e ragazzi hanno provato per il dolce mistero dello sbocciare del proprio corpo».

Limone 16 – 21/12/14
tratto da Risveglio di Primavera di Frank Wedekind
libretto e testi Steven Sater
musiche Duncan Sheik
con Federico Marignetti, Arianna Battilana, Flavio Gismondi, Tania Tuccinardi
e con Francesca Brusati, Paola Fareri, Renzo Guddemi, Vincenzo Leone, David Marzi, Albachiara Porcelli, Andrea Simonetti, Luca Viola (cover hanschen)
e con la partecipazione di Gianluca Ferrato e Francesca Gamba
regia Emanuele Gamba
direzione musicale Stefano Brondi
coreografie Marcello Sindici
scene Paolo Gabrielli
costumi Desirée Costanzo
video Paolo Signorini, Raffaele Commone
luci Alessandro Ferri
direzione artistica Pietro Contorno
TODOMODO MUSIC-All / in collaborazione con Ars Nova e La bottega del Verrocchio