Nuove destinazioni

Summer Plays nacque la scorsa estate come reazione al primo confinamento, con l’obiettivo di riattivare immediatamente il circolo virtuoso tra creazione, produzione, occupazione e reddito, incontro tra artisti e pubblico. Passato un anno, quell’esperienza che si fondava sull’integrazione feconda tra temi reali e forme del teatro ci pare ancora oggi quanto mai urgente e necessaria. Questa seconda edizione, che ingloba la rassegna Il cielo su Torino, è quindi un’evoluzione della prima e si articola in un programma di dodici titoli, ventisette recite, cinque incontri e tre seminari, che coinvolgono cinquanta artisti, quattordici autori viventi, dodici compagnie indipendenti. La contemporaneità irrompe di nuovo con tutta la sua forza in teatro per declinare scenicamente questioni di genere, bioetica, ambiente, manipolazione di massa, neorazzismi, mafie, guerre e confini, grazie alle drammaturgie di autori affermati e giovani, italiani e stranieri – dal celebrato Ariel Dorfman alle emergenti Gloria Giacopini e Giulietta Vacis – che offrono spunti di riflessione per gli incontri di approfondimento con intellettuali, studiosi e scrittori ideati insieme al Salone Internazionale del Libro e condotti da Giuseppe Culicchia, Gian Luca Favetto e Antonio Pizzo. Inoltre, in continuità con il progetto invernale Argo. materiali per un’ipotesi di futuro e con quello primaverile Palcoscenici occupati, nell’ambito di Summer Plays vengono proposte ai giovani professionisti del territorio nuove opportunità di aggiornamento professionale: in questo caso si tratta di seminari focalizzati su aspetti ‘tecnici’ della regia, della drammaturgia e della scenografia, affidati rispettivamente a Serena Sinigaglia, Emanuele Aldrovandi e Guido Fiorato.Nelle nostre intenzioni, per oltre un mese il Teatro Gobetti e la Sala Pasolini dovrebbero essere un ambiente aperto e dialettico, capace di rafforzare nella comunità teatrale torinese la consapevolezza delle proprie funzioni pubbliche; un luogo accessibile e animato dalla mattina alla sera, nel quale artisti e cittadini possano confrontarsi sulle contraddizioni del tempo presente viaggiando insieme verso Nuove destinazioni.

Filippo Fonsatti
Direttore

SCARICA IL PROGRAMMA

LABORATORI

Nel mese di luglio il Teatro Stabile di Torino promuove tre laboratori gratuiti di alta formazione professionale dedicati rispettivamente alla regia, alla drammaturgia e alla scenografia.

5 – 9 luglio | REGIA. DALLA GENESI DEL TESTO ALLA MESSINSCENA
Docente Serena Sinigaglia

12 – 16 luglio | SCENOGRAFIA. LO SPAZIO SCENICO: DALLA DRAMMATURGIA ALLA CREAZIONE SCENOGRAFICA
Docente Guido Fiorato

19 – 23 luglio | DRAMMATURGIA. STRUTTURE DRAMMATURGICHE: COME NASCE UN TESTO TEATRALE
Docente Emanuele Aldrovandi

LEGGI TUTTO