un tentativo di libertà in una piccola città

Ispirata da un fatto di cronaca, la drammaturga bosniaca Tanja Šljivar ha scritto nel 2017 questo testo su sette tredicenni rimaste tutte incinte durante l’ultima gita scolastica. A metterlo in scena è Paola Rota, che, tra monologhi e scene corali, costruisce per ognuna delle protagoniste uno spazio di racconto ambivalente: sembra che le ragazze siano disposte a raccontarci tutto, tranne come è successo. Quella che mettono in atto è una sfida alle regole della società, una provocazione ai concetti canonici di famiglia e di patriarcato.

di Tanja Šljivar
traduzione Manuela Orazi
un progetto di Paola Rota, Tanja Sljivar, Simonetta Solder
con Silvia Gallerano, Liliana Massari, Irene Petris, Simonetta Solder,
Sofia Celentani, Sara Mafodda, Martina Massaro, Sylvia Milton
regia Paola Rota
light design Cristian Zucaro
sound design Angelo Elle
Teatro Stabile di Torino – Teatro Nazionale
PAV nell’ambito di Fabulamundi Playwriting Europe
con il contributo del MiC – Ministero della Cultura
e della Regione Lazio

si ringrazia Amina Dabo, Sandra Toffolatti e Nora Ribon