scritto e diretto da Moni Ovadia
Corvino Produzioni | Centro Teatrale Bresciano

La lingua, la musica e la cultura Yiddish – quella inafferrabile commistione di tradizioni e dialetti ebraici dell’Europa Orientale – sono al entro di questo spettacolo cult che Moni Ovadia dal 1993 porta in scena insieme alla sua orchestra. La struttura da cabaret alterna brani di musica klezmer, canti tradizionali, storielle, aneddoti e citazioni, e attraverso l’originale umorismo cerca di offrire al pubblico una risposta disarmata e allo stesso tempo sublime alla brutalità del mondo. In scena la Moni Ovadia Stage Orchestra Maurizio Deho’ (violino), Giovanna Famulari (violoncello), Paolo Rocca (clarinetto), Albert Mihai (fisarmonica), Marian Serban (cymbalon).