CORPO LINKS CLUSTER

Progetto di ricerca e di innovazione in materia di offerta culturale e di ampliamento dei pubblici sostenuto dall’Unione Europea nell’ambito del Programma di Cooperazione Territoriale Transfrontaliera INTERREG V‐A Italia‐Francia ALCOTRA 2014‐2020

SPACE MALRAUX, SCÈNE NATIONALE DE CHAMBÉRY ET DE LA SAVOIE
TEATRO STABILE DI TORINO ‐ TEATRO NAZIONALE / TORINODANZA FESTIVAL
ASSOCIAZIONE DISLIVELLI
UNIVERSITÉ SAVOIE MONT BLANC

CORPO LINKS CLUSTER, presentato dall’Espace Malraux ‐ Scène Nationale de Chambéry et de la Savoie (capofila), Teatro Stabile di Torino ‐ Teatro Nazionale / Torin odanza festival, Associazione Dislivelli e Université Savoie ‐ Mont Blanc, è tra i progetti vincitori del programma ALCOTRA 2014‐2020. Il progetto CORPO LINKS CLUSTER si inserisce nell’Asse I, Innovazione applicata, in particolare in materia di offerta culturale, per un budget totale di € 1.934.455,38.

ALCOTRA, Alpi Latine Cooperazione Transfrontaliera, è uno dei programmi europei di cooperazione transfrontaliera e copre il territorio alpino tra la Francia e l’Italia. Il periodo 2014‐2020 è il quinto di programmazione ALCOTRA, che dal 1990 ha finanziato quasi 600 progetti per circa 550 milioni di euro di sovvenzioni comunitarie.

CORPO LINKS CLUSTER è un progetto innovativo in materia di offerta culturale e di ampliamento del pubblico, che ha l’obiettivo di consolidare l’attrattività del territorio su cui insiste, perseguendo lo sviluppo di una proposta inedita sull’asse montano che unisce Torino e Chambéry, creando un “ambiente” dove possano collaborare in modo inedito e multidisciplinare artisti, ricercatori e sportivi coinvolgendo il tessuto imprenditoriale. La montagna sarà al centro del confronto come ideale ambito di incontro tra contemporaneità e tradizione, tra istanze di conservazione ambientale e di innovazione identitaria.
CORPO LINKS CLUSTER propone un modello nuovo di cooperazione transfrontaliera tra due importanti centri di produzione artistica (Espace Malraux di Chambéry e Teatro Stabile di Torino ‐ Teatro Nazionale), gli operatori turistici territoriali, i partner economici e ricercatori universitari. Nel corso di 3 anni (tra aprile 2017 ed aprile 2020) i partner, riuniti all’interno di un cluster, lavoreranno sull’identità culturale forte che accomuna gli abitanti del territorio transfrontaliero: la pratica della montagna. Partendo dalla constatazione che questa, oggi, è quasi esclusivamente di tipo sportivo, saranno organizzati sull’asse transfrontaliero 12 incontri pubblici tra sportivi e artisti che praticano discipline basate sul mettere in gioco il proprio corpo. Atleti e artisti condivideranno in pubblico conoscenze e competenze e daranno vita a 6 nuove produzioni artistiche, realizzate appositamente per CORPO LINKS CLUSTER, ispirate a quella cultura propria di coloro che vivono la montagna, residenti e turisti. Le produzioni artistiche saranno presentate lungo un itinerario che collega i centri urbani di Torino e Chambéry, presso luoghi tradizionalmente dedicati alla diffusione della cultura, ma non solo, in ambienti interni e all’esterno, nei teatri, nei rifugi, presso le piste da sci, in siti storici o da vanti a paesaggi mozzafiato, con un’attenzione particolare rivolta al pubblico giovane e al coinvolgimento di dirigenti e di dipendenti delle imprese.

Saranno chiamati artisti di rilievo del panorama coreutico e teatrale internazionale, invitati ad indagare il tema del corpo in relazione alla montagna e al paesaggio, attraverso i concetti di equilibrio e disequilibrio,sforzo fisico e gestione della performance. Il percorso sarà sviluppato in stretta relazione con i territori ospitanti attraverso residenze creative e incontri nei luoghi più significativi dell’asse montano che unisce Torino a Chambéry, tra cui Modane, Saint‐Jean‐de‐Maurienne, Exilles, Bardonecchia, Sestriere, Moncenisio, Fenestrelle, Pinerolo, Prali e Susa.

Tra gli artisti ad oggi coinvolti si segnalano: Chloé Moglia, artista francese circense, associata al CCN2 Grenoble e sostenuta dal Ministère de la Culture ‐ DRAC de Bretagne, le cui radici performative affondano nelle arti marziali e nelle discipline legate alla sospensione aerea; Piergiorgio Milano, coreografo, danzatore e acrobata che esplora i limiti tra danza, teatro e circo; Olivier Debelhoir, danzatore e funambolo, dal 2010 incentra il suo lavoro sull’equilibrio sugli oggetti; Stephen Thompson, danzatore e coreografo, pedagogo canadese, focalizza la sua ricerca artistica sul movimento e sulla sua rappresentazione, a partire dall’esperienza di campione di pattinaggio artistico; Thompson lavorerà in collaborazione con Xavier Veilhan uno dei più celebri artisti plastici francesi, selezionato per rappresentare la Francia alla 57esima Biennale di Venezia; Yvain Juillard attore formatosi all’INSAS di Bruxelles con una specializzazione in biologia integrativa. Agli artisti si affiancheranno sportivi attivi e grandi campioni del passato nelle discipline montane per antonomasia: alpinismo, sci alpino, sci di fondo, free ride, pattinaggio sul ghiaccio, arrampicata, ciclismo, corsa in montagna.
Parallelamente agli incontri e alle produzioni artistiche, nell’intento di conoscere meglio l’identità del territorio transfrontaliero, l’Université Savoie Mont Blanc in collaborazione con l’Associazione Dislivelli, porterà avanti uno studio sul sistema d’offerta turistica e culturale nel territorio della Savoia‐Piemonte, condotto dai ricercatori dell’Università e da consulenti esterni francesi e italiani, che darà luogo a 2 pubblicazioni. Le azioni di ricerca e di cooperazione, durante lo sviluppo triennale del progetto, prevedono inoltre 12 appuntamenti di networking e confronto che coinvolgeranno i partner di progetto, reti territoriali di piccole e medie imprese italiane e francesi, così come soggetti di rilievo del mecenatismo culturale, per arrivare all’organizzazione di una conferenza sul tema dell’innovazione culturale in sintonia con il territorio. Durante gli incontri del CLUSTER sarà fondamentale la cooperazione con altre realtà culturali e partner economici pubblici e privati, identificati in Réseau Entreprendre, rete di imprese della Savoia, Compagnia di San Paolo e Fondazione Piemonte dal Vivo ‐ Circuito regionale multidisciplinare. Per inaugurare il progetto CORPO LINKS CLUSTER il16 settembre 2017 a Torino (con partenza alle ore 20.00 dal Teatro Gobetti) e il 17 settembre a Chambéry (con inizio alle ore 16.00 dal Musée Des Beaux‐Arts) sarà presentata La Parade Moderne di Clédat & Petitpierre: una performance scultorea itinerante, animata da dieci personaggi liberamente ispirati a celebri artisti della prima metà del Novecento: i capolavori di Magritte, Ernst, De Chirico, Léger, Munch, Arp, Brauner, Malevich prendono vita nelle vie delle due città, mettendo in scena un’inedita e affascinante lezione di storia dell’arte in movimento. Una “parata” d’artista, guidata da un gruppo di musicisti che scandiscono l’incedere sulle note del celebre Boléro di Ravel.

Credit photo : Philippe Ramette, Inversion de pesanteur, 2003. Photographe Marc Domage. Courtesy galerie Xippas. ©ADAGP, Paris, 2017.

www.corpolinkscluster.eu

2018-02-26T16:23:07+00:00

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie. info

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi