DEBUTTA IL 4 FEBBRAIO AL TEATRO CARIGNANO “FRONTE DEL PORTO” DI BUDD SCHULBERG, UNO SPETTACOLO DI ALESSANDRO GASSMANN INTERPRETATO DA DANIELE RUSSO

Al Teatro Carignano di Torino debutta martedì 4 febbraio 2020, alle ore 19.30, FRONTE DEL PORTO, ispirato all’omonima opera di Budd Schulberg, di cui Enrico Ianniello ha curato traduzione e adattamento. Lo spettacolo è di Alessandro Gassmann e vedrà in scena Daniele Russo, con Emanuele Maria Basso, Antimo Casertano, Antonio D’Avino, Sergio Del Prete, Francesca De Nicolais, Vincenzo Esposito, Ernesto Lama, Daniele Marino, Biagio Musella, Pierluigi Tortora, Bruno Tràmice. Le scene sono di Alessandro Gassmann, le luci di Marco Palmieri, le musiche di Pivio e Aldo De Scalzi, i costumi di Mariano Tufano, le videografie di Marco Schiavoni. Il sound designer è Alessio Foglia.

Lo spettacolo, prodotto dalla Fondazione Teatro di Napoli, resterà in scena al Carignano per la Stagione in abbonamento del Teatro Stabile di Torino – Teatro Nazionale fino a domenica 16 febbraio.

Reduce dai trionfi di Qualcuno volò sul nido del cuculo, Alessandro Gassmann porta in scena un altro capolavoro del cinema. L’adattamento di Enrico Ianniello trasferisce l’azione in una sgargiante quanto rabbiosa Napoli anni ’80, creando un parallelo tra la mafia portuale del film con Marlon Brando e la camorra.

Alessandro Gassmann si concentra su un altro capolavoro della storia del cinema, Fronte del porto di Elia Kazan, che nel 1954 vinse otto Oscar. L’adattamento è firmato da Enrico Ianniello: attore, scrittore, traduttore e regista (Chiòve, I Giocatori), ha immaginato la storia a partire dall’omonima opera dell’americano Budd Schulberg, che si ispirò a sua volta a un’inchiesta giornalistica vincitrice del Pulitzer, diventata la base della sceneggiatura del film e dell’adattamento teatrale realizzato dall’inglese Steven Berkoff. Nella trasposizione di Gassmann l’azione si sposta in una Napoli anni ’80 corrotta e rabbiosa, alla Gomorra.
Con architetture sceniche a forma di libro aperto, fondali in pvc con proiezioni e retroproiezioni, il regista porta il pubblico direttamente dentro la storia, ricreando un microcosmo napoletano estremamente verosimile.
Tra gelide banchine e bar ritrovo di camorristi, l’iconico Terry Malloy di Marlon Brando ha qui la disperata forza vitale dello scaricatore napoletano, pugile mancato, Francesco Gargiulo, più vicino alle borgate pasoliniane che al lungomare newyorkese, interpretato da un calzante Daniele Russo. Attorno a lui un cast corale per una storia che ha il colore torbido del sangue, mischiato all’acqua delle banchine e che non lascia indifferenti per i parallelismi con l’attualità.

Per RETROSCENA
il progetto realizzato dal Teatro Stabile di Torino – Teatro Nazionale con l’Università degli Studi di Torino / Dams – Università degli Studi di Torino / CRAD
al TEATRO GOBETTI
mercoledì 5 febbraio 2020, alle ore 17.30
Daniele Russo e gli attori della Compagnia
dialogano con Giaime Alonge (DAMS/ Università di Torino)
su FRONTE DEL PORTO di Budd Schulberg
Ingresso libero fino ad esaurimento dei posti in sala

01_CS_Fronte del porto

02_Scheda della Compagnia

 

 

2020-01-24T17:51:16+00:00
Utilizzando il sito accetti l'utilizzo dei cookie. Maggiori informazioni » Ok, ho capito