da Sofocle
regia Gabriele Vacis
Teatro Stabile di Torino – Teatro Nazionale

Antigone è tra le figure della tragedia classica, quella che forse più di altre riesce ancora parlare con forza alla nostra contemporaneità, ed è da sempre l’emblema di una gioventù consapevole, assertiva e capace di opporsi al potere precostituito e ai compromessi. La sua storia la vede opporsi a Creonte, re di Tebe, che la accusa di aver reso gli onori funebri al fratello Polinice, contravvenendo ad un editto emanato contro la sua sepoltura. A lei e ai “suoi fratelli” è dedicato il nuovo spettacolo di Gabriele Vacis, accompagnato da un numeroso cast di giovani interpreti.